Sel Trezzano esce dalla coalizione “Trezzano Bene in Comune”

Nelle elezioni del 2014 Sinistra Ecologia Libertà con la lista Insieme per Cambiare ha contribuito alla vittoria del centrosinistra nelle elezioni amministrative Trezzanesi.

In questi due anni, nonostante la mancata rappresentanza in consiglio comunale, ha cercato di contribuire alle politiche amministrative con proposte concrete  richiamando più volte l’amministrazione comunale, e l’intera maggioranza politica, ad una maggiore condivisione  delle scelte.

 Ad oggi constatiamo il perdurare di una carenza democratica nel processo decisionale non più sopportabile dalla nostra forza politica, oltre che ad un eccessivo protagonismo della Giunta a scapito dello stesso  Consiglio Comunale che ci appare svuotato dei suoi poteri decisionali e di controllo necessari per una buona e trasparente attività politico-amministrativa.

Dopo l’ iniziale periodo di ambientamento seguito all’insediamento della Giunta,  abbiamo  sollecitato  ripetutamente,  ma inutilmente, un confronto politico  sugli obiettivi strategici. Purtroppo non abbiamo  visto   emergere  un progetto per la città che andasse oltre  la normale gestione amministrativa.

A due anni dall’insediamento non si è ancora messo mano, ad esempio, al   Piano Generale del Traffico e la stessa variante del Piano di Governo del Territorio( che non incide sull’impianto generale voluto dal centro destra)  si prospetta  carente  nella definizione delle politiche abitative rivolte agli strati più disagiati della popolazione, sui problemi del territorio e della collettività.

Anche nel merito di alcune scelte amministrative ci saremmo aspettati da parte della maggioranza di centrosinistra maggiore rispetto del programma  e attenzione al sociale; ci riferiamo, solo per citare alcuni esempi,  allo smantellamento dei servizi   sanitari di via Boito accettato supinamente dalla Giunta senza neppure sentire la necessità di un preventivo  coinvolgimento e confronto della maggioranza-coalizione  e della cittadinanza; alla metodologia seguita per affrontare la questione Rimaflow, e, più recentemente, alla convenzione  con Cusago riguardante le Polizia locale, della quale stentiamo a vedere i vantaggi per Trezzano.

 

Per questi motivi Sinistra Ecologia Libertà ha deciso di uscire dalla coalizione “Trezzano Bene in Comune” che ha vinto  le elezioni comunali del 2014, continuando comunque la sua attività politica nel territorio cercando il confronto con i cittadini.  In particolare ci impegneremo nella costruzione anche a livello locale di “Sinistra Italiana”, forza politica necessaria per dare voce a tutte quelle soggettività di sinistra che non trovano oggi nell’attuale panorama politico una giusta rappresentanza.

 

Sinistra Ecologia Libertà
Trezzano sul Naviglio 30  maggio 2016

Annunci
Pubblicato in Trezzano Sul Naviglio | Lascia un commento

L’Anpi deve poter partecipare al 25 Aprile

Sinistra Ecologia Libertà  corsichese si unisce all’ ANPI  e alle forze politiche e civiche che hanno denunciato la decisione dell’amministrazione di centro destra guidata dal sindaco Errante di non consentire l’intervento dell’ANPI  nel corso della celebrazione del 25 aprile.

Per  la prima volta  non viene riconosciuto all’ ANPI  il ruolo di custode della memoria  di uomini e donne   che, pur di  fede politica diversa,   hanno combattuto uniti  la dittatura fascista  per riconquistare democrazia e libertà .

Auspichiamo  che la giunta torni sui propri passi , rivedendo questa decisione che ha lo scopo di dividere e restituendo  al 25 aprile il suo significati unificante e  all’ ANPI  il diritto ad intervenire nelle celebrazioni .

Il 25 aprile ci vedrà a fianco dell’ ANPI e di tutte le forze democratiche.
SEL Corsichese

Pubblicato in Corsico | Lascia un commento

Sel aderisce al coordinamento per la democrazia costituzionale

ComDem

 

Sinistra Ecologia Libertà aderisce al “Coordinamento democrazia costituzionale Naviglio grande” per il no alla riforma costituzionale.
Con questo atto intendiamo sottolineare la volontà di impedire lo stravolgimento della Carta costituzionale voluto dalla riforma Boschi.

La trasversalità delle adesioni a livello nazionale e locale, la condivisione di molti intellettuali e giuristi dimostra che non si tratta di una posizione pregiudiziale ma di una valutazione nel merito del Decreto.
Va perciò respinto il tentativo di trasformare il voto in un plebiscito nei confronti del governo che ha lo scopo di fuorviare il dibattito e distogliere l’attenzione dei cittadini elettori dai contenuti  della riforma che sono una grave ferita per la democrazia .
E’ necessario perciò creare occasioni di approfondimento e confronto per la più ampia diffusione dei contenuti della riforma per giungere al voto con piena consapevolezza.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Le nostre osservazioni alla variante del Pgt

 

 

 

 

 

Con delibera  n°72 del 19 marzo 2015 la giunta Bottero ha deciso di dare avvio al procedimento di variante del PGT approvato dall’Amministrazione di centro destra e successivamente modificato  dal Commissario prefettizio nel  febbraio 2013.

La variante ha lo scopo di  rendere coerenti le scelte del Piano  alle linee del programma  elettorale del centrosinistra , base dell’azione amministrativa.

Riguarda:

Gli ambiti produttivi/commerciali/terziari: (promozione  dell’insediamento di imprese e rilancio dell’occupazione,  recupero del patrimonio esistente, riqualificazione energetica e bonifiche delle strutture con amianto), quelli residenziali( contenimento delle volumetrie, rilancio del commercio di quartiere e realizzazione di residenze per le fasce deboli della popolazione ).

La  città pubblica e i servizi( viabilità e spazi per la sosta, percorsi per l’utenza debole, verde pubblico,  realizzazione di strutture cittadine quali il secondo nido comunale, il palazzetto dello sport  e l’auditorium polifunzionale.

 Le aree strategiche ( De Malena  Terzago  )come occasione per riqualificare il territorio e per  dotarlo di servizi per la collettività

Sinistra Ecologia Libertà ha presentato una serie di osservazioni sul tema della casa, degli spazi scolastici, delle strutture per l’infanzia e per le utenze deboli e sul  tema del lavoro

Ecco le nostre osservazioni, clicca sul titolo per leggerle:

 

Per concludere

Le nostre osservazioni si pongono l’obiettivo di concretizzare punti  significativi  del programma elettorale.

L’avvio del procedimento di variante si pone quindi come un’occasione per attuarlo dando   al Piano di governo una  precisa connotazione rivolta al sociale

Per questo motivo auspichiamo che possano essere accolte in tutto  o in parte.

Attendiamo l’amministrazione alla prova dei fatti

Pubblicato in Associazinismo e volontariato, Buona Politica, Economia e Lavoro, Trezzano Sul Naviglio | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Sulle nuove opportunità di lavoro

Questa osservazione è nata da riflessioni  sulla vicenda Rimaflow che  potrebbe essere il punto di partenza per andare oltre quell’esperienza e l’occasione  per creare sull’area di via Boccaccio  un progetto innovativo a Trezzano che possa  essere un’eccellenza per il nostro territorio.

In quel sito  potrebbe sorgere una cittadella della nuova economia e della cultura coinvolgendo persone e /o associazioni desiderose di misurarsi con  nuove sfide per dare vita ad  un progetto aperto alla partecipazione non solo locale ma anche metropolitana. Attività etiche, compatibili con l’ambiente, riciclo di materiali, spazi per  nuove idee e nuove esperienze specie per i giovani, per la legalità, per la cultura,  il sociale,  la solidarietà.

Proponiamo che per area occupata dalla fabbrica venga predisposta una  normativa specifica allo scopo di non consentire in alcun modo  insediamenti non rispondenti alle caratteristiche della proposta che consenta la nascita del progetto

 

Rim

Pubblicato in Associazinismo e volontariato, Trezzano Sul Naviglio | Contrassegnato , , , , , , | 1 commento

Osservazioni sul Casa ed Edilizia

N°1) Il programma elettorale con il quale la coalizione di centrosinistra ha vinto le elezioni amministrative, pone in più punti l’accento sull’esigenza di rispondere ai bisogni delle fasce più deboli della popolazione ed é fuori di dubbio che la casa rientri a pieno titolo tra questi bisogni.

Perciò in quest’ottica, soprattutto per andare incontro a tutti quei soggetti, in particolare ai giovani, che intendono acquistare una casa ma che non possono  accedere ai prezzi di libero mercato, proponiamo  che negli interventi urbanistici futuri, per i lotti di terreno  di superficie pari o superiore a 10/ 15.000 metri quadri, il 20% della volumetria  sia destinato a realizzare case  a prezzo calmierato (  10/20% inferiore ai prezzi correnti).

Gli operatori che vorranno intervenire sul nostro territorio, nel quadro previsto dal PGT,  dovranno attenersi a tale indirizzo che elimina l’eventualità di contrattazione con  l’Amministrazione comunale . Una scelta che oltre all’attenzione al sociale garantisce la massima trasparenza; la fattibilità di questa proposta è sostenuta dal fatto  che   analoghe scelte  sono state  assunte  da altre amministrazioni comunali.

 

N°2) Il PGT vigente  prevede che nei piani attuativi, oltre alla volumetria assegnata  possa essere previsto un premio volumetrico che però  non viene normato  lasciando la decisione  del suo impiego e l’entità dei volumi di volta in volta  alla contrattazione tra operatori privati e Amministratori.

Per rispondere all’esigenza di trasparenza e per evitare che questa possibilità sia lasciata alla discrezionalità delle amministrazioni in carica, proponiamo che la concessione di tale ( eventuale) premio  sia  regolamentata  sulla base  degli obiettivi del programma  amministrativo e  in relazione ai bisogni del territorio ( canone sociale-moderato, edilizia convenzionata o particolari categorie di utenti quali famiglie monogenitoriali, anziani, portatori di handicap…

 

Vol

Pubblicato in Economia e Lavoro, Trezzano Sul Naviglio | Contrassegnato , , , , , , , , | 1 commento

Osservazione sul nuovo Asilo Nido

Le modifiche  del Piano integrato  Brunelleschi hanno  definito lo spostamento della costruzione del  secondo nido comunale di fianco alla scuola dell’infanzia di via Catalani.

Questa scelta, mentre da un lato ha ricadute positive ( agevola la continuità didattico- educativa, ottimizza i percorsi delle famiglie che hanno bambini iscritti ai diversi ordini di scuole), dall’ altro vede ulteriormente ridotta  l’area verde a disposizione dei bambini della  la scuola dell’infanzia  e del  nido,  area già ridimensionata a causa dall’esito di una lunga  una vicenda legale.

Considerando che è adiacente, e facilmente accessibile, l’area verde oggi di pertinenza degli Uffici Tecnici, che non viene utilizzata in alcun modo,  si chiede che una porzione della stessa, evidenziata nella planimetria allegata, venga riservata ai bambini  della scuola dell’infanzia e del  futuro nido.

 

 

asilo

Pubblicato in Ambiente ed Ecologia, Scuola e Cultura, Trezzano Sul Naviglio | Contrassegnato , , , , , , | 1 commento

Osservazioni sulla collocazione di Asili Nido e Case di Riposo

Il PGT vigente prevede che sia possibile la collocazione di strutture dedicate all’infanzia, nidi,  o rivolte all’utenza debole (case di riposo o strutture analoghe) nelle zone  produttive  tra capannoni  che svolgono attività industriali e/o artigianali.

Queste strutture sono  prive di aree verdi, esposte a inquinamento derivante dal  traffico pesante, quando non a possibili  rischi legati alle attività o alle produzioni svolte in questi siti.

Perciò  rendere coerenti le scelte del PGT al programma elettorale di questa Amministrazione, che riserva particolare attenzione all’aspetto sociale ed educativo, abbiamo proposto  la modifica  delle Norme Tecniche Attuative in vigore, eliminando la possibilità di insediare le strutture sopra richiamate nelle zone industriali.

Questa richiesta ci sembra di assoluto buon senso, pensiamo infatti che sia inammissibile che bimbi da tre mesi a tre anni, o persone anziane i trascorrano la loro giornata in edifici che sorgono in tali zone.

E’ interessante sottolineare che abbiamo presentato la stessa osservazione  a suo tempo all’amministrazione Tomasino, in fase di approvazione del PGT. Non  è stata accolta  con la motivazione che in tali zone ” non si ritiene di dover limitare la possibilità di insediare servizi ed attrezzature collettive anche di iniziativa privata …”

 

Cap

Pubblicato in Ambiente ed Ecologia, Associazinismo e volontariato, Scuola e Cultura, Società e Welfare, Trezzano Sul Naviglio | Contrassegnato , , , , , , , , | 1 commento

Dopo le manganellate contro i lavoratori, mozione di sfiducia ad Alfano

Dimettiti

Qui dal minuto 0:50 puoi vedere il video dell’intervento in aula di Nicola Fratoianni

 

MOZIONE DI SFIDUCIA INDIVIDUALE Al MINISTRO ALFANO

La Camera,considerato che
un ministro, figura chiave della compagine governativa ed elemento di equilibrio politico nei rapporti con tutte le forze parlamentari, è chiamato ad essere e ad apparire trasparente rispetto ai propri atti, ai propri impegni ed ai propri comportamenti;
il ministro dell’Interno, autorità politica al vertice del dicastero omonimo, è garante e responsabile della sicurezza dei cittadini, tutore dell’incolumità e delle libertà individuali garantite dalla Costituzione, latore delle politiche di contrasto alla criminalità comune e organizzata e delle strategie in tema di prevenzione e controllo del territorio;

Continua a leggere

Pubblicato in Economia e Lavoro | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Nazisti/SEL: Rilanciamo comunicato ANPI

Trezzano sul Naviglio

27.10.2014

In relazione al ritrovo Nazista che si svolgera’ settimana prossima nelle nostre zone, riprendiamo e rilanciamo la convocazione di Anpi.

Sel sara’ presente.

+++++++++++++ Continua a leggere

Pubblicato in Democrazia e Antifascismo | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

ECare: SEL mette in atto una interrogazione parlametare

Interrogazione a risposta in commissione

presentato da

RICCIATTI Lara

testo di

_______ Ottobre 2014, seduta n. ____

                                                                                 

RICCIATTI, FERRARA, FARINA, F.BORDO— Al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, al Ministro dello Sviluppo economico — Per sapere – premesso che:

E-Care Spa è una società che opera nel settore del Business Process Outsourcing e si occupa principalmente di attività di customer care, quali assistenza “24/24”, supporto commerciale, tecnico e amministrativo, help desk, telesales, gestione reclami, gestione CPU (Centro Unico di Prenotazione), telemarketing, indagini di mercato, sondaggi, recupero crediti, gestione contratti ed ordini per importanti aziende dei settori telecomunicazioni, bancario ed editoria;

la società, che ha sede a Roma, opera sul territorio italiano attraverso sei unità produttive autonome e conta una forza lavoro complessiva di 1833 dipendenti;

la società applica il CCNL delle Telecomunicazioni;

alla fine di settembre 2014, E-Care ha comunicato alle organizzazioni sindacali, ai sensi della legge n. 223/1991 e successive modifiche e integrazioni, l’avvio della procedura di licenziamento collettivo per cessazione delle attività operative dell’unità produttiva di Cesano Boscone (MI), con conseguente collocazione in mobilità di 489 lavoratori;

tra le motivazioni addotte dalla società vi è l’andamento negativo dei conti economici aziendali;

in particolare E-Care sottolinea come parte dell’andamento negativo dei conti sia dovuto alla commessa ricevuta in appalto dalla società Fastweb Spa, che a partire dal 2013 sarebbe stata caratterizzata da un modello contrattuale “a filiera”, nel quale non vengono retribuite adeguatamente le singole attività; nonché per un affidamento di volumi di traffico fortemente inferiori rispetto a quelli pianificati in un accordo del 2013 con la stessa committente Fastweb; Continua a leggere

Pubblicato in Cesano Boscone, Economia e Lavoro | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Trezzano: Osservazioni piano del Traffico

Traffico

Come Sinistra Ecologia Libertà Trezzano sul Naviglio, insieme ai Verdi e al Psi, abbiamo lavorato per presentare alcune osservazioni al Pgtu del nostro comune.

Qui di seguito, alleghiamo le prime in relazione alla viabilità generale. Continua a leggere

Pubblicato in Trezzano Sul Naviglio, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

E-care: 489 licenziamenti e “basta cazzate”

E CareLe ragioni dei lavoratori E-Care sono le nostre, la loro battaglia quella di tutte le lavoratrici e i lavoratori del nostro Paese.

Le ragioni della proprieta’, che rifiuta aiuti regionali e non accenna a cercare di risolvere il problema della carenza di lavoro, non sono accettabili. Sappiamo che attualmente tutta l’Europa è colpita da una fortissima crisi, ma essa non deve e non può essere la scusante per dismettere la più vecchia sede della multinazionale a favore di un riallocamento dove i diritti dei lavoratori possono essere meglio calpestati.

Il “gioco” di usare la crisi come strumento per abbattere le gia’ risibili tutele del lavoro è evidente, e non deve passare.

Non è infine ammissibile accettare, come ci hanno raccontato oggi i lavoratori in presidio davanti ai cancelli dell’azienda, l’atteggiamento della proprieta’che si è presentata in plenaria affermando la co-responsabilita’ della mancanza di commesse e la necessita’ di comprendere le ragioni della chiusura, concludendo con un “Basta Cazzate” rivolto 489 lavoratori che stanno tentando di licenziare. Parliamo piuttosto, come afferma il Sindaco di Cesano Boscone Simone Negri, di non cambiare la destinazione d’uso dei locali come gia’ accaduto in altre realta’. Continua a leggere

Pubblicato in Cesano Boscone, Corsico, Economia e Lavoro | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Licenziamenti E-care, SEL e PRC: Ci si attivi subito per trovare soluzioni‏

E Care

 

 

 

 

Corsico, 17.10.2014

 

Sinistra Ecologia Libertà Corsichese e Rifondazione Comunista del Sud Ovest Milano si sentono coinvolti da una forte apprensione per la grave situazione occupazionale che si è venuta creare alla E-Care di Cesano Boscone in cui sono state avviate le procedure di licenziamento di 489 lavoratori.

Questa gravissima circostanza non fa altro che aumentare una pesante situazione occupazionale nella nostra zona, le cui ricadute sulle famiglie saranno ancor più gravi in questo momento di prolungata crisi economica.

 

SEL e PRC esprimono solidarietà e vicinanza ai lavoratori e lavoratrici della E-Care di Cesano Boscone e invitano i Sindaci della Zona a farsi promotori di azioni immediate verso il Governo e la Regione affiche si trovino soluzioni per impedire questi licenziamenti. Serve immediatamente l’apertura di un tavolo che veda coinvolti tutti i soggetti interessati, comprese le rappresentanze dei lavoratori. Continua a leggere

Pubblicato in Corsico, Economia e Lavoro | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

OGGETTO: RETTIFICA AD ARTICOLO APPARSO 12/09/2014

Corsico, 18 settembre 2014

OGGETTO: RETTIFICA AD ARTICOLO APPARSO 12/09/2014

Spettabile Redazione SI O NO MAGAZINE,

Scriviamo in riferimento all’articolo “Cominciano a dispiegarsi le forze in vista delle

Amministrative. L’occasione, tra l’altro, è l’elezione del Consiglio Metropolitano, prevista il prossimo 28 settembre” apparso sul vostro giornale in data 12 settembre. Leggendo tale scritto abbiamo scoperto che Sinistra Ecologia Libertà avrebbe dichiarato il sostegno a Roberto Masiero nelle elezioni per il nuovo consiglio metropolitano di Milano

Essendo questa notizia assolutamente falsa, chiediamo una secca e chiara rettifica. Continua a leggere

Pubblicato in Comunicati Stampa, Corsico | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Centro diurno anziani di Trezzano: “Vengano restituite le somme non dovute”

Dallo scorso mese di settembre, i cittadini di Trezzano sul Naviglio devono pagare una quota di frequenza per poter accedere al Centro Diurno per anziani di via Boito.
Fino a prima dell’estate, come previsto dal Regolamento comunale vigente per l’area sociale, era richiesto il solo pagamento della quota per i pasti.

Elena Felisatti, candidato sindaco alle Primarie per SEL IDV Socialisti e Verdi Ecocivici, conosce bene i Regolamenti del Comune di Trezzano, e si è domandata se fossero stati modificati, con i poteri straordinari concessi dalla legge al Commissario Prefettizio.

In effetti, il Regolamento dell’Area Sociale è stato modificato, prevedendo che gli utenti del Centro Diurno debbano pagare una quota di frequenza. Tale modifica è però avvenuta molto di recente, con una delibera assunta dal Commissario il 12 dicembre scorso, in vigore a partire dal 2 gennaio di quest’anno.

Ci domandiamo se e quando le quote di frequenza versate da settembre a dicembre scorso, quando era ancora in vigore il vecchio Regolamento dell’Area Sociale, saranno rimborsate ai cittadini: con tutta evidenza, infatti, tali quote non erano dovute in quanto ancora in vigore il Regolamento precedente.

SEL Trezzano, nel ribadire la propria totale contrarietà a scelte amministrative che scaricano sui cittadini di Trezzano – e in maniera particolare sulle fasce deboli di utenza – i costi dei servizi sociali, auspica una revisione delle scelte adottate e una pronta restituzione delle quote di frequenza versate nel periodo settembre-dicembre 2013 dagli utenti del Centro Diurno anziani di via Boito.

Pubblicato in Comunicati Stampa, Trezzano Sul Naviglio | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Noi non siamo mai stati migranti

migranti-italiani-atlantico-1906Dopo i fatti di Lampedusa, abbiamo sentito prese di posizione allucinanti, chiaramente derivanti da una distorta visione della realtà.
Tra gli strenui difensori della Bossi-Fini, legge barbarica che ha imposto l’apertura di indagini sui naufraghi sopravvissuti, abbiamo visto un fiorire di leghisti.
Tra di essi, Davide Boni ha dichiarato che gli Italiani non furono mai migranti.

Noi, pacatamente, rispondiamo così: 

Ottobre 1912, Relazione dell’Ispettorato per l’Immigrazione al Congresso Americano sugli immigrati italiani negli Stati Uniti.

Generalmente sono di piccola statura e di pelle scura.
Non amano l’acqua, molti di loro puzzano perché tengono lo stesso vestito per molte settimane. Continua a leggere

Pubblicato in Legalità, Società e Welfare | Contrassegnato , , , | 2 commenti

Trezzano: di straordinario c’è solo la macelleria sociale

Con un recente comunicato alla cittadinanza, il Commissario prefettizio dott.ssa Scaduto ha inteso spiegare le ragioni di alcuni atti da Lei adottati relativamente all’area sociale.
Le nuove tariffe stabilite dalle delibere del Commissario si abbattono come una mannaia sui cittadini che necessitano di ricorrere a questi servizi. La quota di contribuzione viene calcolata in base alla situazione reddituale e patrimoniale della persona assistita, del coniuge, e dei parenti in linea retta entro il primo grado (ISEE).

Per chiarire basta citare qualche esempio.
Per la frequenza al centro diurno integrato riservato ad anziani con una autonomia psico fisica limitata, un cittadino con una situazione reddituale e patrimoniale (sua e della famiglia) di 17.000 euro ed oltre (che francamente non ci sembra una cifra da nababbi) pagherà 500 euro al mese. La mensa è un costo aggiuntivo, e corrisponde al 90% di quello sostenuto dall’amministrazione. La stessa soglia vale per accedere al trasporto continuativo o saltuario di disabili e anziani. Se si supera la soglia dei 17.000 euro non si potrà ricorrere al servizio pubblico e bisognerà arrangiarsi.
Sempre a seguito delle tariffe deliberate dal Commissario, il servizio pasti a domicilio è riservato unicamente ad anziani e disabili con un ISEE familiare inferiore a 8000 euro.
Anche in questo caso coloro che superano questa soglia sono esclusi dall’accesso al servizio.
Quindi, ad esempio, cittadini con una autonomia limitata – si parla in genere di anziani, senza alcun sostegno familiare che possa provvedere a questa necessità – dovranno arrangiarsi e rivolgersi ad altri soggetti, con la certezza di vedere ulteriormente erodere il loro già magro reddito.

Un riferimento anche agli aumenti delle rette dell’asilo nido – tema che abbiamo già affrontato alcuni mesi orsono – che come correttamente fa notare il Commissario sono stati decisi dalla giunta Tomasino.
Il commissario spiega che le fasce più basse godranno di una diminuzione della retta. Ciò avverrà però a scapito degli utenti dell’ultima fascia, che parte da una situazione reddituale e patrimoniale di 23.000 euro (anche in questo caso non ci troviamo di fronte a ricconi, ma a giovani famiglie con a carico altre spese quali, ad esempio, il mutuo per la casa). L’aumento, come abbiamo già avuto modo di sottolineare, è di circa il 60%. E non ci convince la considerazione che fa il commissario, sottolineando che il servizio ha la durata di 10 ore giornaliere. Esistono ormai sul territorio comunale asili nido privati che a fronte di un orario giornaliero più esteso, applicano tariffe anche inferiori a quelle deliberate per gli asili nido comunali.
Aspetto che evidentemente non è stato preso in considerazione al momento dell’assunzione della decisione degli aumenti, a meno che non si sia deliberatamente scelto di penalizzare la parte pubblica.

Trezzano - Naviglio e ponte gobboOra, che fosse necessario procedere ad un adeguamento delle tariffe e ad una verifica della sussistenza della condizioni economiche del richiedente e del nucleo familiare onde evitare abusi a discapito della collettività, è un orientamento condivisibile oltre che previsto dalle normative. Su questa strada l’amministrazione di centro sinistra si era già mossa; prima approvando alla fine del 2009 un nuovo Regolamento dell’area dei servizi sociali, superando quello in vigore dal 1998, e successivamente iniziando il percorso di revisione delle tariffe, procedendo all’adeguamento degli affitti delle case comunali. La fine naturale del mandato amministrativo non ha permesso di completare il percorso.

La determinazione delle fasce e delle tariffe, l’eliminazione di servizi, sono scelte che il Commissario ha assunto esercitando i poteri di giunta e consiglio.
Scegliere di colpire così duramente i servizi sociali e quindi le fasce più deboli della cittadinanza in un momento drammatico per moltissime famiglie, scegliere di escludere dall’accesso ad alcuni servizi molti cittadini stabilendo tetti che non identificano situazioni agiate, è una precisa scelta politica che non possiamo condividere.

Riteniamo che il sostegno alle fasce deboli sia un preciso compito delle amministrazioni pubbliche (e in questo particolare momento una priorità) e   che queste ultime non possono assumere atteggiamenti prettamente ragionieristici come un qualsiasi privato, rinunciando al sostegno e alla tutela dei cittadini meno abbienti.
Soprattutto se questa scelta viene messa in relazione alla necessità di reperire risorse per la manutenzione delle strade e degli edifici pubblici (non intendiamo commentare il riferimento alle grandi opere viabilistiche come il nuovo attraversamento del Naviglio, che come ben sa ogni persona con un minimo senso di realismo è assolutamente irrealizzabile con le risorse locali).

SelEcco perché auspichiamo che alla conclusione dell’esperienza di commissariamento segua una nuova fase in cui la politica – la buona politica! – assuma nuovamente la guida di Trezzano.

È un dovere di tutti i cittadini impegnarsi in prima persona per costruire l’alternativa.
Sinistra Ecologia Libertà ha da mesi avviato questo processo, aprendo tavoli di confronto per discuterecon la città un progetto condiviso per Trezzano.

SEL Trezzano s.n., 28 settembre 2013

Pubblicato in Società e Welfare, Trezzano Sul Naviglio | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Sel Trezzano con Grupifh e Salvambiente

Martedì 9  luglio Sel Trezzano presso la cooperativa del Ponte ha incontrato una rappresentanza di alcune realtà associative che operano nel volontariato: Grupifh e Salvambiente

Interessante e pieno di spunti l’incontro  ha permesso di conoscere nel dettaglio le loro attività, e le problematiche che affrontano quotidianamente

Per Grupifh il presidente Giannasso Nicola  descritto le molteplici iniziative organizzate dall’associazione,  che coinvolgono molti ragazzi dando un insostituibile sostegno alle famiglie nelle fasce orarie non coperte dalla frequenza nei vari centri educativi

  • Laboratori  di arte, musica , creta creatività quattro giorni la settimana dalle ore 16 alle 18 presso la sede di  via  Colombo. Le attività sono condotte da professionisti retribuiti dall’associazione e coinvolgono circa 25 giovani Continua a leggere
Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Trezzano: non c’è pace per il Nido

Non è stato un anno tranquillo questo per il nostro Nido, al centro della vicenda giudiziaria legata al Piano di governo del territorio.

Come è noto, gli ipotizzati episodi corruttivi, che sarebbero alla base del progetto per la sua demolizione e ricostruzione in altra parte del paese, per far posto al parcheggio di un centro commerciale, hanno determinato la fine anticipata dell’amministrazione PDL-Lega guidata dal sindaco Tomasino, decimata dall’arresto di due assessori, di alcuni funzionari e del segretario politico del PDL.

Ma i problemi non finiscono qui. Nel bel mezzo dell’inverno, un servizio essenziale qual è il nido è stato sospeso per circa una settimana, mettendo in gravissima difficoltà molte famiglie, che hanno dovuto affrontare ulteriori costi per provvedere ad altre soluzioni per i loro bambini. Continua a leggere

Pubblicato in Trezzano Sul Naviglio | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

SEL Trezzano incontra i Comitati di Quartiere

Interessante confronto, martedì 25 giugno, tra i militanti di SEL Trezzano e i rappresentanti dei Comitati di Quartiere, intervenuti numerosi. Per i vari comitati (indicati tra parentesi) erano presenti i signori: Bianco, Arminio, Grumelli (TR4); Ciorciari (Azalee); Furfaro, Spalenza (Mezzetta); Bufano (TR3); Villani (Trezzano centro); Malerba (Rocchetta); Randazzo (Trezzano Nord).

All’inizio della serata, sono state illustrate le motivazioni alla base degli incontri che SEL Trezzano sta tenendo con le realtà associative del territorio: confronto, recepimento di contributi, condivisione di un percorso per creare un nuovo progetto per Trezzano.
I temi della legalità e della trasparenza amministrativa sono centrali, dopo i noti fatti che hanno visto l’arresto di  assessori, politici e funzionari responsabili di uffici strategici e imprenditori, determinando il quarto commissariamento di Trezzano.

Per concretizzare  il nuovo percorso, SEL ritiene doveroso attuare anche a Trezzano una serie di buone pratiche, facendo rete con gli altri comuni del Sud-Ovest. Queste in sintesi le proposte di SEL: Continua a leggere

Pubblicato in Trezzano Sul Naviglio | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Legalità: SEL Trezzano in ascolto

Martedì 18 giugno, serata molto interessante promossa da SEL Trezzano presso la Cooperativa del Ponte, sul tema “Legalità”. Un appuntamento che fa parte degli incontri tematici, di ascolto delle associazioni e delle realtà operanti sul territorio, per approfondire i temi che saranno oggetto del programma elettorale per le prossime amministrative.

Sel-2-7Sono stati graditissimi ospiti il direttivo dell’ANPI Trezzanese (Daniela Roman, Sabino Mastrorillo), David Gentili (presidente commissione consiliare antimafia di Milano e referente regionale di Avviso Pubblico), Giovanni Aloe (consigliere comunale SEL a Corsico), Maria Ferrucci (Sindaca di Corsico e referente provinciale di Avviso Pubblico) e Rosa Palone (presidente del consiglio comunale di Buccinasco e consigliera delegata alla legalità).

Rilevanti i temi affrontati: ne diamo conto in sintesi per motivi di spazio. Continua a leggere

Pubblicato in Legalità, Trezzano Sul Naviglio | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Anita Pirovano nuova coordinatrice provinciale di SEL Milano

Da oggi la nuova coordinatrice provinciale di Sinistra Ecologia Libertà Milano è Anita Pirovano succeduta a Daniele Farina, eletto parlamentare nella circoscrizione di Milano.

Trentenne dottorata inelezione anita pirovanog psicologia sociale, Pirovano ha svolto il ruolo di rappresentante degli studenti del Senato Accademico dell’Università Bicocca.
Attualmente è membro del direttivo provinciale di Arci Milano, nel quale si è occupata di temi quali politiche sociali, immigrazione e antirazzismo.
E’ membro dell’esecutivo provinciale di SEL dal congresso del 2010.

“C’è una profonda domanda di cambiamento nel nostro paese e i risultati delle amministrative lo dimostrano” afferma Pirovano “Le tantissime esperienze locali, a partire da Milano, sono un laboratorio importante per andare oltre il governo delle larghe intese”.

Parlando quindi del prossimo futuro aggiunge “Quello che ci proponiamo è un percorso ambizioso: farci protagonisti di un rinnovamento profondo, un cantiere della buona politica per ridare forma e sostanza alla sinistra e al centro-sinistra” specificando che si tratta di ” Un percorso che parte in prima istanza da noi stessi, ma senza confini o paletti” Continua a leggere

Pubblicato in Milano | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

#OppureVendola

Domani, Venerdì 12 Ottobre, Nichi Vendola sarà a Milano.

Ci troviamo tutti insieme alle 21, al teatro Elfo Puccini in C.so Buenos Aires 33

Per maggiori informazioni, per organizzarci, per non andare da soli scriveteci o chiedete su questa pagina facebook.

Ci vediamo domani!

Spegniamo i rumori, accendiamo i pensieri

Pubblicato in Nazionale | Contrassegnato , , , , | 2 commenti

Nel Pgt strani ambiti di compensazione

Ecco la nostra posizione rispetto al disastroso Pgt approvato dall’amministrazione Tomasino (scaricabile qui in pdf):

IL PGT Tomasino approvato grazie al voto favorevole di un consigliere di minoranza perde l’occasione per risolvere o mettere le basi per la soluzione dei problemi di Trezzano. Al contrario le scelte in esso contenute aggraveranno notevolmente le criticità del territorio.

E’fuori di dubbio che il principale problema di Trezzano sia la viabilità. Continua a leggere

Pubblicato in Trezzano Sul Naviglio | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento